Hot Deals

Pod Voopoo Argus: analisi tecnica e considerazioni

Pod Voopoo Argus: analisi tecnica e considerazioni

 

Il Voopoo Argus e Argus Pro sono due dei più recenti sistemi pod di Voopoo. Molto simili nel design però hanno specifiche leggermente diverse.

 

Il Voopoo Argus Pro è alimentato da una batteria da 3000 mAh, con un'uscita massima di 80W e si rivolge a utenti intermedi e avanzati.

 

Il dispositivo Argus invece ha un design più compatto con una sola batteria da 1500 mAh e un'uscita massima di 40W, rivolto ai vapers che fanno uso di ohm più alti.

 

Entrambi i dispositivi Argus utilizzano il chipset GENE.TT e la gamma di pod e coil PnP di Voopoo, con diverse bobine incluse nel kit.

 

L'Argus Pro è dotato anche di un display OLED a colori da 0,96 pollici e ricarica USB Type-C da 5V/2A, mentre l'Argus ha un display di base e di una ricarica da 1A.

 

Voopoo Argus e Argus Pro sono disponibili in 5 finiture: fibra di carbonio nera, denim e argento, pelle blue, pellerossa, vintage grigio e argento.

Voopoo Argus e Argus Pro: aspetti positivi e negative 

 

A seguire i pro ed i contro dei dispositivi per lo svapo di Voopoo.

Aspetti positivi dei dispositivi Argus

 

Design robusto, ottima qualità costruttiva, flusso d'aria regolare, diverse bobine fra cui scegliere, eccellente resa del gusto fornito dalle bobine.

Aspetti negativi dei dispositivi Argus

 

Non sono il massimo per lo svapo con tiro di guancia, l'estrazione automatica del vapore non è perfetta e l'attacco del cordino è fastidioso.

Le nostre prime impressioni

 

Come ci si aspettava, entrambi i dispositivi Argus offrono una svapata eccezionale, in linea con gli altri kit Voopoo che utilizzano le bobine PnP. L'Argus modello base, però, è un po' sottopotenziato ma comunque eccellente come dispositivo compatto, mentre l'Argus Pro ha sicuramente tutte le caratteristiche che un vaper avanzato desidera. Se ti piace il design, sono entrambi ottimi kit da acquistare.

 

Le prime impressioni di entrambi i mod Argus e Argus Pro di Voopoo sono positive: sembrano versioni leggermente più robuste del Drag X/S. Sono anche dotati della stessa soluzione di flusso d'aria, utilizzano gli stessi pod/coil e hanno un chip simile che li alimenta.

Il design di Voopoo Argus e Argus Pro

 

Ma apportano qualcosa di nuovo nel panorama delle sigarette elettroniche?

Stilisticamente, seguono il popolare ed eccellente Argus GT: hanno quel pannello posteriore in pelle, o denim, delineato da un telaio in metallo e un corpo in lega di zinco nero opaco che è molto bello. L'estetica complessiva è decisamente più robusta della serie Drag.

 

Altri due elementi di design rendono queste mods uniche. Uno è lo stile splatter, molto sottile in vernice nera, quindi non troppo vistoso per dargli un tono di robustezza. Non ci dispiace, ma ci sono state volte in cui abbiamo guardato il dispositivo e abbiamo pensato che fosse sporco o che avesse del liquido sopra.

 

Una cosa che non ci piace è il piccolo aggancio di metallo per il cordino sulla parte anteriore. Avrebbero dovuto renderlo rimovibile, può essere fastidioso e poi fa rumore ad ogni movimento. Con un paio di pinze, se si vuole,è sempre possibile farlo sparire. Entrambi i dispositivi hanno la stessa forma, con l'Argus Pro che è più grande avendo una batteria interna più potente.

 

Entrambi i pod Argus danno la sensazione di essere incredibilmente solidi tenendoli in mano. Non siamo sicuri del perché ma ci sembrano anche più comodi del Drag X e S. Forse l’impressione è dovuta al materiale del pannello posteriore.

 

Non provengono rumori strani dai pulsanti e sono tutti perfettamente reattivi. C'è una copertura sopra la porta USB-C che da l’idea che i dispositivi rispettino lo standard IP per la protezione da acqua e polvere ma, purtroppo, non sembra sia così infatti l’azienda non lo pubblicizza. Tuttavia, un po' di protezione in più è sempre meglio che niente.

Caratteristiche e differenze fra Voopoo Argus e Argus Pro

 

Argus Pro è dotato di una batteria interna da 3000 mAh. Argus Standard invece monta una batteria da 1500 mAh. Entrambi sono alimentati dall'impressionante chipset GENE.TT, quindi non ci sono problemi con la velocità nella produzione di calore.

 

Una caratteristica in più che le Argus hanno rispetto alle Drag mods è la funzione Draw Activation, insieme alla tipica accensione a pulsante.

 

Argus Pro ha la "Smart Mode" e la "RBA Mode", con la possibilità di impostare sia l'attivazione con l’aspirazione che l'accensione a pulsante in entrambe le modalità.

 

La modalità Smart rileverà la bobina, selezionerà il wattaggio consigliato e ti impedirà di superare il range consentito per quella bobina. Invece la modalità RBA ti permetterà di impostare a piacere il livello di potenza. L'Argus Pro raggiunge un massimo di 80W.

 

Il pod Voopoo Argus standard invece non ha una modalità RBA; c'è solo la modalità Smart setting, che arriva fino a 40W. Anche su questo dispositivo è possibile scegliere sia l'attivazione all’estrazione del vapore e sia l'accensione con il pulsante.

 

Non ci sono impostazioni TC per il controllo della temperatura né la modalità bypass incluse, il che è un po' strano considerando che è possibile avere il pod RTA di Voopoo perfettamente compatibile con il dispositivo. Come il Drag Max, è possibile però aggiornare il firmware del dispositivo e le funzioni TC saranno rese disponibili.

 

L'altra differenza sostanziale tra le caratteristiche dei due dispositivi è che l’Argus Pro è dotato di un display OLED a colori da 0,96 pollici che visualizza tutte le informazioni necessarie chiare e luminose. Il dispositivo Argus base invece ha uno schermo LED standard un po' datato, che è angusto ma fa comunque il suo dovere.

 

Per quanto riguarda l'utilizzo di entrambi i dispositivi Argus, i controlli sono relativamente semplici:

 

  • 5 clic sul pulsante fuoco per accendere e spegnere il dispositivo
  • 3 clic per passare dalla modalità Smart a quella RBA
  • - e il pulsante di fuoco per cancellare il contatore di aspirazioni
  • + e pulsante di fuoco per bloccare il dispositivo.

 

Entrambi i mod Argus dispongono di una porta USB di tipo C per la ricarica. Tuttavia, l'Argus può caricare solo a 1 Ampere, mentre l'Argus Pro dispone di 5V / 2A per la ricarica veloce.

Gli stessi Pods e le stesse bobine

 

La cosa bella di tutti gli ultimi dispositivi Voopoo, indipendentemente dal fatto che siano della serie Drag o Argus, è che sono tutti cross-compatibili e utilizzano gli stessi pod e bobine PnP.

 

Il dispositivo Argus Pro viene fornito con un solo pod PnP da 2 ml. Mentre l'Argus standard viene fornito sia con il pod PnP standard da 2 ml che con il pod PnP da 2 ml con un drip tip specifico per il tiro di guancia.

 

I pod PnP sono ovviamente compatibili con tutte le coil PnP.

Le bobine

 

Quelle che sono incluse nei due diversi kit Argus sono:

 

  1. Argus Pro

 

  • 1 x PnP-VM1 0.3Ω
  • 1 x PnP-VM6 0.15Ω

 

  1. Argus

 

  • 1 x PnP-TR 1.2Ω – per tiro di guancia
  • 1 x PnP-VM1 0.3Ω

 

Tutti i pod PnP hanno lo stesso metodo di riempimento, ovvero un tappo di gomma sulla base. Sono facili da usare e pur essendo posizionati sul fondo mantengono un’estetica ordinata.

 

In linea con l’impressione generale di design robusto, il kit Argus Pro viene fornito anche con un manicotto di gomma per il pod più grande.

Le prestazioni di Argus e Argus Pro

 

Non c'è molto da dire quando si devono descrivere le prestazioni dei kit Argus.

Offrono la stessa qualità di svapo che ci aspettiamo da Voopoo con i pod e le bobine PnP. Non c'è davvero nulla di nuovo relativamente all’esperienza complessiva di svapo.

 

Le bobine PnP di Voopoo sono fra le migliori sul mercato, offrono una grande resa del gusto e nuvole di vapore corpose. Ci sono molte bobine fra cui scegliere, insieme a una testa della bobina RBA e un pod RTA: un grande ecosistema che siamo sicuri è ciò a cui Voopoo sta puntando con tutti questi dispositivi simili compatibili.

 

Sul dispositivo Argus con il pod e le bobine per tiro di guancia, dal nostro punto di vista anche con il flusso d'aria completamente chiuso, si ha l’impressione che è come se rimanesse sempre un po' aperto. Inoltre, nella nuova serie Argus l'attivazione mediante tiraggio non è il massimo perché ci vuole un bel po' per attivare il dispositivo se stai usando una coil per tiro di polmone.Va bene con bobina e pod per tiro di guancia, ma riteniamo che col tiro di polmone la maggior parte delle persone preferirà usare solo il pulsante di accensione.

 

L'Argus ha solo una batteria da 1500 mh e un'uscita massima di 40W, questo significa che si sente un po' meno potenza quando si usa la coil da 0.3 ohm e che difficilmente si riesce ad arrivare con il dispositivo carico fino a sera.

 

Per quanto riguarda la durata complessiva della batteria, i 3000 mAh del Pro sono abbondanti e più che sufficienti per arrivare a fine giornata. La carica rapida USB-C da 2A è anche un eccellente soluzione per avere questo dispositivo sempre carico.

Il verdetto finale: i pro ed i contro dei dispositivi Voopoo Argus

 

Pro

 

  • Design robusto
  • Qualità costruttiva eccellente
  • Ottimo feeling in mano
  • Facilità d’uso
  • Facile regolazione del flusso d'aria
  • Ottima connessione del pod
  • Ricarica USB-C
  • Grande varietà di scelta delle bobine
  • Eccellente resa del gustograzie alle bobine PnP

 

Contro

 

  • Non il miglior dispositivo per tiro di guancia
  • Auto-draw funzionante bene solo su bobine per tiro di guancia
  • Attacco della cordicella fastidioso e non rimovibile
  • Nessuna dichiarazione ufficiale del grado IP

 

I dispositivi Voopoo sono pod mods molto performanti. L'Argus Pro fra i due è quello migliore, con uno schermo più grande e moderno, il doppio della capacità della batteria e un'uscita di potenza superiore.

 

Entrambi fanno molto più del loro dovere per offrire un'esperienza di svapo di grande qualità, molto simile ad altri recenti kit Voopoo.

Pod Voopoo Argus: analisi tecnica e considerazioni

Tutti i commenti

    Lascia un commento