Hot Deals

Atomizzatore e drip tip: due componenti essenziali per lo svapo


Atomizzatore e drip tip: due componenti essenziali per lo svapo

 

È facile perdersi nei termini utilizzati quando si è nuovi nel mondo dello svapo. Tuttavia, è una buona idea imparare un po' del gergo associato a questa realtà, in quanto ti può aiutare ad avvicinarti a quell'esperienza di svapo perfetta che stai cercando. In questa guida scopriremo cos’è l’atomizzatore ed il drip tip.

 

In termini semplici, una sigaretta elettronica è semplicemente un dispositivo idoneo a cambiare lo stato fisico di un liquido, trasformandolo in vapore, che può poi essere inalato. Naturalmente, tra atomizzatori, dripping, bobine e serbatoi, il linguaggio si fa più complicato a mano a mano che ci si addentra nella materia.

Cos'è un drip tip?

 

Il drip tip è essenzialmente un tubo cavo riutilizzabile che si avvita direttamente all'atomizzatore. Questo non solo elimina la necessità delle cartucce, ma permette anche un'esperienza molto più gustosa. Quando il liquido aromatizzato viene aggiunto, scorre direttamente sulla bobina di riscaldamento e viene inalato tramite il tip.

 

Il drip tip è disponibile in varie forme e dimensioni, e può essere fatto di materiali diversi, come l'acciaio inossidabile, l’alluminio, la plastica o la ceramica. Il materiale con cui è fabbricato questo componente per sigaretta elettronica e la sua lunghezza influenzano notevolmente la temperatura del vapore prodotto da una sigaretta elettronica. I drip tip in acciaio, per esempio, raffreddano il vapore mentre li attraversa. Anche i lunghi drip tip in plastica sono noti per fornire un vapore più freddo, a causa della distanza che questo percorre per raggiungere la bocca.

 

Il termine "dripping" significa versare il liquido direttamente nell'atomizzatore della sigaretta elettronica, invece di usare le cartucce. Il dripping è di solito praticato dagli utilizzatori intermedi ed avanzati di sigaretta elettronica, che desiderano sentire un sapore più intenso ed aromatico. A causa del fatto che il liquido aromatizzato deve gocciolare costantemente sull’atomizzatore affinché lo stoppino sia sempre bello e umido, il dripping è considerato un po' una seccatura dalla maggior parte dei principianti e dagli svapatori occasionali.

 

Padroneggiare il processo di sgocciolamento richiede un po' di pratica. Bisogna imparare quanto liquido aggiungere e quando, per evitare che l'atomizzatore si secchi e bruci gli stoppini, ma anche quando fermarsi, per evitare che il liquido trabocchi.

 

I fan del vape dripping sostengono che offre un'esperienza più soddisfacente rispetto all’utilizzo di una cartuccia normale. I drip tip possono essere fatti in plastica, ceramica e Pyrex, ma i modelli in alluminio o in acciaio inox sono i più diffusi in quanto offrono un'esperienza più fresca sulle labbra. I tip troppo corti possono causare leggere bruciature, quindi meglio evitarli.

Cos'è un atomizzatore per sigaretta elettronica e come funziona?

 

Non ci crederai ma gli atomizzatori, più o meno rudimentali, sono ovunque. In ambito domestico li troviamo nei dispositivi che trasformano un liquido in uno spray. Si trovano anche sui contenitori di plastica dei prodotti per la pulizia della casa, sulle bottiglie dei profumi e su tantissime bottiglie di liquidi spray.

 

Nel mondo delle sigarette elettroniche, l'atomizzatore è il dispositivo che utilizza l’energia di una batteria per riscaldare una piccola bobina che fa evaporare un liquido aromatizzato trasformandolo in vapore.

Cosa fa e a cosa serve la bobina dell’atomizzatore?

 

Dopo aver compreso cos’è un atomizzatore scopriamo a cosa serve la bobina contenuta al suo interno. Questo è un componente chiave di un atomizzatore e contiene una sostanza chiamata “polyfill”, che assorbe il liquido dal serbatoio della sigaretta elettronica attraverso un piccolo stoppino sommerso.

 

Il polyfill stesso entra in contatto diretto con un filamento rovente all'interno della bobina e viene prodotto un vapore che può essere inalato. Questo componente ha una durata di 1-2 settimane, poiché il polyfill perde la sua capacità di assorbimento (a seconda dell'uso) e deve essere sostituito. Fortunatamente, la bobina è economica e facilmente sostituibile.

Devo cambiare spesso l'atomizzatore?

 

Un atomizzatore di buona qualità durerà diversi anni senza mostrare una diminuzione delle prestazioni, a condizione che venga utilizzato insieme a liquidi di buona qualità. Finché la bobina viene cambiata regolarmente, l'atomizzatore continua a funzionare bene.

Come capisco che è ora di cambiare bobina?

 

Anche se non è immediatamente percepibile dai neofiti, se la bobina è arrivata a fine vita molti svapatori iniziano a notare un sapore di bruciato quando inalano e il sapore del liquido inizia a svanire. Spesso questo è dovuto al fatto che il serbatoio che contiene il liquido si è svuotato, facendo sì che lo stoppino si secchi e perda la sua efficacia. Un altro segno rivelatore che una bobina sta “morendo” è un suono gorgogliante quando si inala, come se il liquido non riuscisse ad evaporare in modo corretto.

Cos’è e cosa comporta il vape dripping?

 

Una sigaretta elettronica standard immagazzina il liquido in una cartuccia, in un cartomizzatore o nel serbatoio prima di essere attivato per essere inalato. Il vape dripping, invece, comporta un processo leggermente diverso, che guardiamo in modo più dettagliato qui di seguito.

 

Il vape dripping, spesso conosciuto anche semplicemente come “dripping”, descrive l'azione di aggiungere un liquido direttamente nell'atomizzatore della sigaretta elettronica, utilizzando un drip tip.

Svapare in dripping è facile?

 

Non è così semplice come usare una sigaretta elettronica tradizionale. Ci vuole tempo per imparare a sgocciolare in modo efficiente, e ogni ricarica può fornire solo una dozzina di usi prima di dover essere riempita di nuovo.

 

I metodi alternativi, come l'aggiunta di una nuova cartuccia di liquido che riempie un serbatoio, saranno sempre più veloci e spesso più convenienti. Tuttavia, per i convertiti, questo fa parte dell'esperienza complessiva di vape dripping.

Il vapedripping è il massimo delle esperienze di svapo

 

I fan più accaniti del dripping direbbero che lo è sicuramente, paragonando l'esperienza al mangiare in un ristorante di alta classe. Per alcuni, l’esperienza di svapo più alta si ha con il processo pratico di far gocciolare manualmente il liquido nel dispositivo, piuttosto che aggiungere semplicemente una cartuccia o riempire un serbatoio.

 

Le sigarette elettroniche e i vaporizzatori a sistema chiuso sono in grado di produrre un'eccellente esperienza di svapo, ma il vapedripping è la scelta preferita di coloro che cercano un approccio più sperimentale, ma anche la scelta degli appassionati seri che

Atomizzatore e drip tip: due componenti essenziali per lo svapo

Tutti i commenti

    Lascia un commento